L’impianto di pirogassificazione è concepito per funzionare 24/24 arrivando ad un tempo di lavoro previsto di circa 7500 h/anno, con una potenza elettrica media lorda ai morsetti pari a circa il 95% di quella nominale.

Le fermate previste sono legate innanzitutto alla manutenzione del motore endotermico che ogni 500-1000h può richiedere una limitata messa a punto.

I materiali usati nel gassificatore/pirolizzatore sono tali da non richiedere tagliandi programmati, tuttavia è necessario prevedere ogni 6 mesi una fermata per verifica stato usura / corrosione.

Bilanci energetici

I seguenti bilanci indicativi di massa ed energia sono riferiti alle condizioni nominali di funzionamento dell’impianto, ovvero al pieno sfruttamento dell’alternatore, per una potenza generata di 200 kW elettrici.

Materiale alimentato: biomassa legnosa al 20% di umidità sul totale.

Consumo orario combustibile 225 kg/h
Potenza termica immessa nell’impianto con la biomassa 950 kW
Produzione lorda syngas (dew point 30 °C) 457 Nm3/h
Potere calorifico del syngas secco (dew point 30°C) 1230 kcal/kg
Potenza termica ottenibile dalla combustione del syngas 654 kW
Calore richiesto dal pirolizzatore 75 kW
Calore recuperabile dal raffreddamento del syngas 30 kW
Portata di syngas consumata dai bruciatori pirolizzatore 40 Nm3/h
Portata netta di syngas prodotta 417 Nm3/h
Potenza elettrica lorda ai morsetti (gruppo 33.5%) 200 kW

Autoconsumi1
previsti 32 kW
alimentazione quadro controllo 1.5 kW
soffiante alimentazione gassificatore 5.5 kW
soffiante alimentazione pirolizzatore e aria refrigerazione 5.5 kW
soffiante syngas per pirolizzatore 1.5 kW
Refrigeratori 2 kW
coclee caricamento/estrazione 2.5 kW
compressori 1.5 kW
agitatori 1.5 kW
torre di raffreddamento 1.5 kW
torre di lavaggio 1 kW
soffiante estrazione gas 8 kW

autoconsumi previsti da GSE 17% (34 kW) 32 KW

NB: fanno parte degli autoconsumi anche le parti non quotate, ovvero, sistemi di movimentazione cippato, ausiliari motori ecc.

Le soffianti vengono regolate con inverter, quindi permettono consumi inferiori (circa il 35-40%) rispetto alle potenze di targa dei motori.

1 Per i motori si fa riferimento alla potenza di targa, in realtà i motori principali sono controllati con inverter

Controllo Cookies - Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza degli utenti: continuando a navigare sul sito accetti questo utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi